IL MIO LAVORO AI TEMPI DEL CORONAVIRUS

Il mio lavoro ai tempi del coronavirus

Ogni mattina c’è chi si alza, si prepara  si mette la divisa, sale in macchina, si reca a lavoro… un lavoro fuori sede…

Si attraversano  paesi per recarsi nei vari domicili dove abitano persone che hanno bisogno di assistenza. 

Di chi sto parlando?

Degli operatori socio sanitari, comunemente chiamati Oss, che lavorano nell’assistenza domiciliare.

Io sono uno di quelli, sono una oss qualificata che ogni mattina indossa la sua divisa, prende la macchina, perché lavora fuori sede… 

Si va con la volontà di far bene il proprio lavoro, con la speranza che il cosiddetto utente (permettetemi di chiamarlo ora nonnino) stia bene o, meglio, che in quell’ora a dedicata a lui si possa farlo sentire meglio…

Ogni giorno ti aspetta per un sorriso, per una stretta di mano, per una parola buona, per liberarsi dalle paure, per sfogarsi, ed anche per parlarti male (ci sono anche loro).

In questo periodo di grandi cambiamenti, regole, paure di contagi dovuti a quel piccolissimo esserino, chiamato virus, che ci sta distruggendo, i nonnini sono la categoria più a rischio, perciò ogni giorno come ti rechi da loro hai un’ansia in più:
mi sono coperta bene la bocca, il naso con la mascherina, messi i doppi guanti, in caso non si rompano, disinfettato bene tutto, preso il foglio per poterti spostare? Sì ho tutto posso andare anche oggi a compiere il mio dovere… 

Per concludere vi racconto una cosa che mi è successa qualche giorno fa… la prima volta che la nonnina mi vedeva con la mascherina, mi ha guardato e mi ha detto: ma così non si vede il tuo sorriso!

Fatti vedere bene:  sorridono gli occhi!!

Ecco questo è il mio lavoro…

Andrà tutto bene

Alice kikki

Odo gli augelli far festa

Il recentissimo cataclisma sociale che abbiamo conosciuto, chiamato Covid-19 (più comunemente ribatezzato Coronavirus), al di là della psicosi generale che ci ha mostrato fughe notturne verso gli ultimi treni e lunghe file ai supermercati, dei comportamenti scellerati di taluni individui o dell’incoscienza dei giovani meno coscienziosi, ci deve spingere a qualche riflessione.

Leggi tutto “Odo gli augelli far festa”

TORTA ROBERTA

Siamo tutti bloccati in casa e, da perfetti italiani, pensiamo a passare il tempo nel miglior modo possibile: cucinando. Cucinare è una delle mie più grandi passioni. Mi piace sperimentare, provare nuove ricette e, quando ho gli ingredienti giusti, cerco anche di improvvisare.

Leggi tutto “TORTA ROBERTA”

Immagini dal mondo

L’immaginazione è l’unica arma nella guerra contro la realtà.

ANOTHER FACE OF WAR

La guerra in Siria è probabilmente uno dei temi che ho più a cuore e che ho trattato già in diverse occasioni. Non dovremmo mai smettere di parlarne, è l’unico modo che abbiamo per stare vicini ai civili che subiscono passivamente questa guerra. E nelle ultime settimane la situazione è peggiorata e non si è per niente affrontato l’argomento.

Leggi tutto “Immagini dal mondo”

Rovistando alla riscoperta di colori ed emozioni della propria casa.

Quante volte avremo detto o pensato “vorrei proprio avere il tempo per godermi casa”” oppure “ho mille cose da sistemare a casa, ma sono sempre occupata e non ho mai il tempo!”, o ancora “vorrei proprio prendermi due giorni di vacanza per fare niente!”. Ebbene! A marzo 2020 i nostri desideri sono stati avverati. Certo, le ragioni che ci obbligano a questa vacanza forzata non sono positive, ma perché non prendere il meglio da una situazione storicamente surreale?!

Leggi tutto “Rovistando alla riscoperta di colori ed emozioni della propria casa.”

DAL PALCOSCENICO ALLE LIBRERIE: IL TRAPEZISTA FIDUCIOSO

Stavolta abbiamo deciso di puntare alto.

E lo facciamo parlandovi di un libro appena uscito, pubblicato da Armando Editore. Il titolo è “Il trapezista fiducioso”. A scriverlo è un uomo di teatro che, nel tempo, è stato anche giornalista, scrittore, cantante, fondatore di gruppi e associazioni: Mario Faticoni. Sardo veronese, Faticoni con questo libro pubblica il suo primo romanzo.

Leggi tutto “DAL PALCOSCENICO ALLE LIBRERIE: IL TRAPEZISTA FIDUCIOSO”